ANNIVERSARIO DEI TAROCCHI : GIUSEPPE MARIA MITELLI

7 FEBBRAIO 1718 : muore il grande Maestro dell’arte incisoria GIUSEPPE MARIA MITELLI, autore di un mazzo davvero straordinario, i

TAROCCHI MITELLI 1660 
(VAI ALLA PAGINA)

Mitelli ventaglio

S O L O    P E R    O G G I    !
IN OCCASIONE DI QUESTO ANNIVERSARIO PUOI AVERE  UNO    
S C O N T O    D E L    5%
SULL’ACQUISTO DI QUALSIASI MAZZO PUBBLICATO DA RINASCIMENTO, 

SCRIVENDO A: 
rinascimento.italianart@gmail.com

Iscriviti a questo blog per essere sempre aggiornato su tutte le novità e sulle
O F F E R T E    S P E C I A L I

 

UN ARTISTA ECLETTICO

Fra i tanti personaggi che arricchiscono la storia dei Tarocchi, Giuseppe Maria Mitelli (nato a Bologna nel 1634) merita un posto particolare.

Mitelli autoritratto

Questo artista eclettico trasformò in splendide incisioni le opere d’arte di grandi pittori. Illustrò i proverbi popolari e inventò nuovi proverbi. Raffigurò i mestieri che si svolgevano per le strade di Bologna. Ridicolizzò le consuetudini e i cattivi costumi dei poveri e dei signori. Creò un meraviglioso “Alfabeto di Sogno”.

Soprattutto, Giuseppe Maria Mitelli amava inventare giochi. Creò più di trenta giochi da tavolo i cui titoli fanno sorridere e meditare, per esempio: Gioco di tutte le forme dei Nasi (1687), Gioco della Verità (1688), Gioco dell’Amata con gli Amanti (1690), Gioco degli Occhi e delle Bocche (1690), Gioco degli Sposi e Spose (1691), Gioco della Fortuna e della Disgrazia (1700 circa).

             Mitelli Gioco del Passatempo                  Mitelli gioco Cucu

Tra i tanti giochi inventati da Mitelli il più importante è certamente un mazzo di Tarocchini bolognesi: 62 carte che realizzò tra il 1660 e il 1665 per donarle ad un nobile di Bologna, il conte Prospero Bentivoglio.

Le figure dei 22 Trionfi esprimono una sensibilità tipicamente barocca, rielaborando i riferimenti simbolici tradizionali.

MITELLI personaggi

È importante soffermarsi su quattro figure che a Bologna e Firenze erano definite “Papi.” L’Imperatore e il Papa, in trono, restano tali, mentre invece la Papessa fu sostituita da Mitelli con un Vescovo e l’Imperatrice con un Re, entrambi raffigurati in piedi.  Perché furono eliminate Papessa e Imperatrice?

Nel libro che accompagna il mazzo Giordano Berti ha riportato le sue opinioni su questo dettaglio. Inoltre, ha affrontato altri enigmi che ancora avvolgono la storia dei Tarocchi a Bologna: per esempio la leggenda del Principe Fibbia, considerato all’epoca l’inventore dei Tarocchi, il caso dei Tarocchi di Montieri, mandati al rogo nel 1725, e tante altre curiosità.

MITELLI BOOK COVER ITA lq

In sintesi, quest’opera racconta la vita avventurosa di Mitelli, le sue opere e i personaggi che sono in qualche modo legati al suo mazzo di Tarocchi.

Un lungo capitolo finale del libro, scritto dalla cartomante bolognese Greta Boni Dori, spiega i significati delle 62 carte e insegna ad utilizzarle secondo l’antica tradizione divinatoria bolognese; una tradizione che precede di alcuni decenni le prime “rivelazioni” fatte in Francia da Etteilla.

 

Il libro affianca una meravigliosa versione dei Tarocchini di Mitelli, completa di tutte le 62 carte dipinte a mano, agli inizi del Settecento, con colori vivaci e armoniosi.

Queste carte sono oggi conservate alla Bibliothèque Nationale di Parigi.

Il mazzo è stato riprodotto in modo assolutamente fedele all’originale, in una tiratura limitata di 900 copie numerate e firmate su una carta di garanzia.

Questo splendido mazzo è disponibile in una versione Deluxe, a forma di libro, e una versione in scatola semplice.

PER ALTRE INFORMAZIONI E IMMAGINI

VAI ALLA PAGINA TAROCCHI MITELLI 1660

MITELLI DELUXE & ART BOX LQ

S O L O    P E R    O G G I    !
IN OCCASIONE DI QUESTO ANNIVERSARIO, 
PUOI AVERE UNO  
 S C O N T O    D E L    5%
SULL’ACQUISTO DI QUALSIASI MAZZO, 
SCRIVENDO A: 

rinascimento.italianart@gmail.com

 

Annunci

Anniversari dei Tarocchi: Claudio Foudraz

4 FEBBRAIO 1802: nasce il litografo CLAUDIO FOUDRAZ, autore degli splendidi Tarocchi orientali (vai alla pagina)

Puoi avere notizie su questo mazzo o su qualsiasi altro scrivendo a:
rinascimento.italianart@gmail.com

Iscriviti a questo blog per essere sempre aggiornato su tutte le novità e sulle
O F F E R T E    S P E C I A L I

Di Claudio Foudraz si hanno poche notizie biografiche, ma un attento ricercatore francese, Philippe Noyes, ha scoperto numerosi documenti anagrafici che permettono di delineare, almeno in parte, le origini di questo fabbricante di carte e Tarocchi

Claudio Foudraz nacque a Besana (oggi Bessans), nella Valle della Moriana, in Savoia (regione appartenuta ai re d’Italia, ceduta alla Francia nel 1860). Dai documenti ritrovati da Noyes risulta che la famiglia Foudraz si dedicava all’agricoltura. Tuttavia, sia Claudio, sia i suoi due fratelli, intrapresero ancor giovani l’attività di litografi.

Nel 1829 Claudio si trasferì a Torino con la propria moglie. Per qualche tempo lavorò alle dipendenze del famoso litografo Felice Festa. Alla morte di quest’ultimo, Foudraz aprì una bottega in proprio, dedicandosi al lavori più consueti (fatture, carta da lettere, fogli pubblicitari, ornati vari). Pubblicò anche qualche libro, alcuni ritratti di personalità celebri e vedute di Torino, ma il suo capolavoro furono le 78 litografie dei Tarocchi orientali, realizzate nel 1845, delle quali forniamo la descrizione in un’apposita scheda (vai alla pagina Tarocchi orientali 1845).

 

Palazzo Scaglia di Verrua e Tarocchi Foudraz

Qui sopra: Palazzo Scaglia di Verrua, in Contrada degli Stampatori n.4, a Torino. La porta a sinistra, al numero 6, fu la bottega di Claudio Foudraz dal 1846 al 1851, anni in cui il litografo si trasferì in Contrada degli Argentieri n.10.

 

Altre notizie su Foudraz e sulla vicenda storica e artistica dei Tarocchi orientali sono contenute nel libretto che accompagna il mazzo ristampato da Rinascimento nel 2016, a cura di Giordano Berti.

Iscriviti a questo blog per essere sempre aggiornato su tutte le novità.

 

Anniversari dei Tarocchi : Salvador Dalì

23 GENNAIO 1989 :  lasciava questo mondo il geniale artista spagnolo Salvador Dalì, considerato uno dei massimi esponenti del Movimento surrealista. A Dalì si deve, tra le tante stupefacenti opere d’arte, un mazzo di Tarocchi che porta il suo nome: El Tarot Universal Dalì, pubblicato per la prima volta nel 1984.

LEGGI L’ARTICOLO DI GIORDANO BERTI

…e iscriviti a questo blog per essere aggiornato su tutte le novità.

DALI 1

DALI 2

I Tarocchi di Mitelli spiegati dallo psicoanalista Claudio Widmann

Questo breve video (appena nove minuti) è estratto dalla conferenza Analisi psicologica dei Tarocchi di Mitelli”, tenuta dallo psicoanalista junghiano prof. Claudio Widmann durante il convegno “Bologna e i Tarocchi, un lascito culturale al mondo”, svoltosi a Bologna, in Palazzo D’Accursio, Cappella Farnese, il 19 dicembre 2015.

Durante il convegno si sono succeduti altri esperti nella storia e nel simbolismo dei Tarocchi, tra i quali Giordano Berti e Andrea Vitali.

L’intervento del prof. Widmann è illuminante non solo riguardo ai contenuti dei Tarocchi di Mitelli ma rispetto a qualunque mazzo di Tarocchi in quanto queste figure, dal punto di vista della psicoanalisi junghiana, sono considerate “nodi esistenziali” di qualunque essere umano.

I Tarocchi di Giuseppe Maria Mitelli, creati a Bologna intorno al 1660, sono stati fedelmente riprodotti nel 2017 da Rinascimento Italian Style Art a cura di Giordano Berti. Clicca qui per leggere la scheda tecnica dell’opera.

Tarocchi di Mitelli 1660

Dopo lunghe ricerche, lo storico dell’esoterismo nell’arte Giordano Berti ha annunciato la pubblicazione di un nuovo gioiello di Tarocchi pubblicato da Rinascimento Italian Style Art.

STESA CARTE MITELLI

EDIZIONE LIMITATA : 900 copie numerate e firmate su una carta di garanzia.

Il cofanetto Deluxe contiene una versione inedita dei Tarocchi di Mitelli stampati a Bologna intorno al 1660 (clicca e vai alla pagina).

MITELLI BOX E CARTE SU TESSUTO.jpg

Il mazzo a tiratura limitata è disponibile anche in un ArtBox più economico del Deluxe.

E’  disponibile anche un libro (114 pagine illustrate a colori) che racconta la vita e le opere di Giuseppe Maria Mitelli e la vicenda del suo mazzo di Tarocchi. Di questo libro esiste sia la versione italiana, sia quella inglese.

MITELLI LIBRO E CARTE SU TESSUTO eng

In appendice al volume si possono leggere i significati divinatori e i metodi di lettura suggeriti dall’esperta di cartomanzia Greta Boni Dori.

#tarocchimitelli